Avodart para la prostata

avodart para la prostata

Prima di iniziare il trattamento dell'iperplasia prostatica benigna con dutasteride si raccomanda avodart para la prostata eseguire un controllo accurato del paziente, al fine di escludere che i sintomi lamentati siano correlabili a un cancro alla prostata ; in particolare, prima di iniziare il trattamento - e per precauzione anche durante il trattamento avodart para la prostata - si raccomanda di eseguire sia l' esame digitale della prostata per via rettalesia la determinazione dell' antigene prostatico specifico PSA. La concentrazione plasmatica dell'antigene prostatico specifico è infatti uno strumento importante per rilevare la presenza o meno del cancro alla prostata. Quindi, per interpretare correttamente i valori del PSA in pazienti sottoposti a trattamento con dutasteride per più di sei mesi, è importante moltiplicare per due i valori rilevati; in questo modo si otterranno i reali avodart para la prostata plasmatici del PSA mantenendo la sensibilità, la avodart para la prostata e la specificità del test avodart para la prostata il rilevamento del cancro della prostata. I livelli plasmatici del PSA tendono a normalizzarsi entro sei mesi dall'interruzione del trattamento con dutasteride. Prima di iniziare il trattamento con dutasteride si raccomanda anche di escludere la possibilità di un'ostruzione della prostata dovuta a crescita di tipo trilobulare avodart para la prostata stessa. Siccome la dutasteride viene assorbita anche per via cutanea, tutte le persone che non devono venire a contatto con il farmaco, cioè donne, bambini e adolescenti, non devono maneggiare le capsule di dutasteride, a maggior ragione se sono danneggiate. In caso di avodart para la prostata contatto accidentale con capsule danneggiate di dutasteride, si raccomanda di lavare immediatamente l'area interessata con abbondante acqua e sapone. La dutesteride dev'essere somministrata con cura nei pazienti che presentano un' insufficienza epatica gravemoderata o lieve, perché non esistono ancora studi specifici sugli effetti della dutasteride sulle Cura la prostatite epatiche, sebbene si sappia essere metabolizzata principalmente per via epatica. Anche la glicoproteina P ha un ruolo Prostatite cronica nel metabolismo del dutasteride. Un altro studio di farmacocinetica sulla possibile interazione del dutasteride con farmaci metabolizzati dalla stessa famiglia impotenza enzimi CYPcome warfarin o digossinanon ha dimostrato alcuna variazione delle concentrazioni di quest'ultimi, probabilmente perché sono metabolizzati da diversi isoenzimi. Da uno studio effettuato su animali in gravidanzainerente lo sviluppo embrio-fetale durante il trattamento con dutasteride somministrazione per via endovenosasi sono rilevati degli effetti collaterali anche gravi sul fetoquali la riduzione della ghiandole surrenali e del peso della prostata del feto maschio, l'aumento del peso delle ovaie e dei testicoli dei feti, e la femminilizzazione dei feti maschi manifestatasi con la diminuzione della distanza ano-genitale e con l'ipertrofia della ghiandola prepuziale. Inoltre, durante lo stesso studio sono stati segnalati un aumento della mortalità neonatale, una riduzione del peso corporeo del fetoed un'aumentata incidenza delle variazioni scheletriche, manifestatasi come ritardo nell'ossificazione dipendente dalla riduzione del peso corporeo. Anche nei casi dove la dutasteride è stata somministrata per via orale è stata osservata una femminilizzazione dei feti maschi manifestata con la diminuzione della distanza ano-genitale e con lo sviluppo eccessivo dei capezzoli ; altri effetti avversi osservati sono l'aumento dei feti nati morti, la diminuzione del volume della prostata e delle vescicole seminali nei feti maschi, e una diminuzione del tempo normale per la formazione della pervietà delle vie vaginali nei feti femmina.

È inoltre controindicato in soggetti con grave insufficienza epatica.

Dutasteride riduce il rischio di ca prostatico

Il farmaco causa difetti di nascita in embrioni e feti di sesso maschile ma non nel genere femminile. Dutasteride ha effetti teratogeni nei feti di sesso maschile. Le donne in gravidanza non devono maneggiare le capsule in quanto la dutasteride viene assorbita attraverso la pelle. Nei soggetti anziani non è necessario alcun aggiustamento della dose.

In soggetti trattati contemporaneamente con inibitori moderati del CYP3A4 e della glicoproteina P ad esempio verapamil o diltiazem le concentrazioni sieriche del farmaco possono aumentare da 1,6 a 1,8 volte paragonate a quelle riscontrate con altri pazienti. La co-somministrazione con farmaci noti per esercitare una potente azione di inibizione dell'enzima CYP3A4 ad esempio ritonavirindinaviravodart para la prostataitraconazolo avodart para la prostata, ketoconazolo è possibile che determini un rilevante aumento delle concentrazioni sieriche della molecola.

Comunque l'ecografia deve essere eseguita. Trova il farmaco che stai cercando avodart para la prostata dell'elenco completo dei farmaci italiani, aggiornato con schede e bugiardini. Chiedi a Starbene. La dose raccomandata di Avodart dutasteride è una capsula 0,5 mg al giorno per via orale.

Le capsule possono essere assunte con o senza cibo. Sebbene sia possibile osservare un precoce miglioramento, possono essere richiesti fino a 6 mesi prima di ottenere una risposta al trattamento. Non è richiesto aggiustamento della dose negli anziani.

Sono pericolose? Ecco tutte le risposte in avodart para la prostata semplici. Colpisce sia l'uomo che la donna con sintomi diversi. Seguici su. Ultima modifica La concentrazione sierica dell'antigene specifico prostatico PSA è un importante componente per rilevare la presenza di un cancro alla prostata. I pazienti in trattamento con Avodart devono avere una nuova valutazione del PSA basale stabilita dopo 6 mesi di trattamento con Avodart. In seguito si raccomanda di controllare i valori di PSA prostatite. Nell'interpretazione di un valore di PSA per un paziente che assume Avodart, devono essere valutati avodart para la prostata il confronto i valori di PSA precedenti.

Il trattamento con Avodart non interferisce con l'uso del PSA come strumento avodart para la prostata supportare la diagnosi di un cancro alla prostata dopo che un nuovo valore basale è stato stabilito vedere paragrafo 5. I livelli sierici totali di PSA tornano al valore di base entro sei mesi dall'interruzione del avodart para la prostata.

Il rapporto tra frazione libera e PSA totale rimane costante anche sotto l'effetto di Avodart. Se il medico sceglie di usare la percentuale libera di PSA per diagnosticare il prostatite alla prostata in uomini trattati con Avodart, non è necessario nessun aggiustamento dei valori. Avodart para la prostata risultati di uno studio clinico lo studio REDUCE in uomini ad elevato rischio di cancro alla prostata ha rivelato un'incidenza maggiore di cancro alla prostata con punteggio Gleason negli uomini trattati con dutasteride rispetto a prostatite trattati con placebo.

La relazione tra dutasteride e cancro alla prostata di grado elevato non è chiara. Gli uomini che assumono Avodart devono essere regolarmente valutati per il rischio di cancro alla prostata, compreso l'esame del PSA vedere paragrafo 5.

La dutasteride viene assorbita attraverso la pellepertanto donne, bambini ed adolescenti devono avodart para la prostata il contatto con capsule non integre vedere paragrafo 4. In caso di contatto con capsule non integre, l'area interessata deve essere immediatamente lavata con acqua e sapone.

La dutasteride non è stata studiata in pazienti con malattie epatiche. Si deve prestare avodart para la prostata nella somministrazione di dutasteride a pazienti con insufficienza epatica da lieve a moderata vedere paragrafo 4.

avodart para la prostata

È stato segnalato cancro alla mammella negli uomini trattati con dutasteride negli studi clinici vedere paragrafo 5. I medici devono istruire i loro pazienti a segnalare tempestivamente qualsiasi variazione del tessuto della mammella come noduli o secrezione del capezzolo. Attualmente non è chiaro se avodart para la prostata sia una relazione causale tra l'insorgenza del cancro della mammella maschile e l'impiego a lungo termine di dutasteride.

Vedere paragrafo 4. La dutasteride è eliminata principalmente tramite metabolismo. Non sono stati effettuati studi formali di interazione con potenti inibitori Cura la prostatite CYP3A4.

Avodart para la prostata, nel corso di uno studio di farmacocinetica, in un piccolo numero di pazienti trattati contemporaneamente con verapamil o diltiazem moderati inibitori del CYP3A4 ed inibitori della glicoproteina P le concentrazioni sieriche di dutasteride risultavano mediamente aumentate da 1,6 a 1,8 volte in confronto agli altri pazienti. L'associazione a lungo termine della dutasteride avodart para la prostata farmaci che sono potenti inibitori dell'enzima CYP3A4 es.

Non è probabile che si verifichi una ulteriore inibizione della 5-alfa reduttasi in seguito all'aumentata esposizione a dutasteride.

La farmacocinetica della dutasteride non è influenzata dalla somministrazione di 12 g di colestiramina un'ora dopo della somministrazione di una singola dose di 5 mg di dutasteride.

avodart para la prostata

La dutasteride non ha effetti sulla farmacocinetica del warfarin o avodart para la prostata digossina. Non ci sono state nemmeno indicazioni di prostatite farmacodinamiche in questo studio.

È stato riportato che la dutasteride interferisce sulle caratteristiche del seme riduzione nella conta spermatica, nel volume del seme e nella motilità spermatica nel soggetto sano vedere paragrafo 5.

Знакомства

Nel liquido seminale di soggetti che assumevano 0,5 mg al giorno di Avodart sono state trovate piccole quantità di dutasteride. Non è noto se un feto di sesso maschile possa subire effetti negativi nel caso che la madre sia Prostatite al liquido seminale di un paziente in trattamento con dutasteride il rischio è maggiore durante le prime 16 settimane di gravidanza.

Non è noto se la dutasteride venga escreta nel latte umano. Classe A del PTN. Indicazioni approvate: Trattamento dei sintomi da moderati a gravi dell'iperplasia prostatica benigna IPB. Riduzione del rischio di ritenzione urinaria acuta avodart para la prostata dell'intervento chirurgico in pazienti con sintomi da moderati avodart para la prostata gravi dell'iperplasia prostatica benigna.

Dolore all inguine che si irradia alla gamba

Proprietà farmacologiche La dutasteride è un inibitore della 5-alfa reduttasi 5ARl'enzima responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone DHT. Poiché il DHT è il principale androgeno implicato nello sviluppo e nel mantenimento dell'iperplasia avodart para la prostata, l'inibizione della 5AR avodart para la prostata una diminuzione del volume prostatico e di conseguenza dei sintomi ostruttivi difficoltà ad iniziare la minzione, flusso debole, interruzione del getto, sgocciolamento a fine minzione che caratterizzano la patologia.

A differenza della finasteride, che Prostatite solo l'isoforma di tipo 2 della 5AR, localizzata soprattutto nella prostata, la dutasteride inibisce anche l'isoforma di tipo avodart para la prostata, riducendo la formazione di DHT a livello della cute, ghiandole sebacee, follicoli piliferi e fegato 1 ; da qui la definizione di "duale" o "di seconda generazione".

Le concentrazioni sieriche raggiungono il picco in ore.

avodart para la prostata

Il farmaco viene estensivamente metabolizzato nel fegato dall'isoenzima CYP3A4 e i metaboliti avodart para la prostata escreti con le feci. L'emivita di eliminazione è molto lunga circa 5 settimane e le concentrazioni sieriche rimangono rilevabili per mesi dopo la sospensione del trattamento 2.

L'uso di dutasteride è controindicato nei pazienti con grave compromissione epatica vedere paragrafo avodart para la prostata. Avodart è controindicato in: donne, bambini ed adolescenti vedere paragrafo 4. La terapia di combinazione deve essere prescritta dopo un'attenta considerazione del rischio beneficio a causa del potenziale aumento del rischio di eventi avversi inclusa l'insufficienza cardiaca e dopo la considerazione Vedere paragrafo 4.

Prima di prendere "Avodart" insieme ad altri farmaci comeetc. Daniela Zanfi. Classe A del PTN. Indicazioni Prostatite Trattamento dei sintomi da moderati a gravi dell'iperplasia prostatica benigna IPB. Riduzione del rischio di ritenzione urinaria acuta e dell'intervento chirurgico in pazienti con sintomi da moderati a gravi dell'iperplasia prostatica benigna.

Proprietà farmacologiche La dutasteride è un inibitore della 5-alfa reduttasi 5ARl'enzima responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone DHT. Poiché il DHT è il principale androgeno implicato nello sviluppo e nel mantenimento dell'iperplasia prostatica, l'inibizione della 5AR comporta una diminuzione del volume prostatico e di conseguenza dei sintomi ostruttivi difficoltà ad iniziare la minzione, flusso debole, interruzione del getto, sgocciolamento a fine minzione che caratterizzano la patologia.

A differenza della finasteride, che inibisce solo Cura la prostatite di tipo 2 della 5AR, localizzata soprattutto nella prostata, la dutasteride inibisce anche l'isoforma di tipo 1, riducendo la formazione di DHT a livello della cute, ghiandole sebacee, follicoli piliferi e fegato 1 ; da qui la definizione di "duale" o Prostatite seconda generazione".

Le concentrazioni sieriche raggiungono il picco in ore. Il farmaco viene estensivamente metabolizzato nel fegato dall'isoenzima CYP3A4 e i metaboliti sono escreti con le feci. L'emivita di eliminazione avodart para la prostata molto lunga circa avodart para la prostata settimane e le concentrazioni sieriche rimangono rilevabili per mesi dopo la sospensione del trattamento 2. Efficacia clinica L'ipertrofia prostatica benigna è un problema molto comune.

Si tratta avodart para la prostata una condizione progressiva nel cui sviluppo sembra giocare un ruolo avodart para la prostata l'alterazione dell'equilibrio tra androgeni ed estrogeni associata all'età: dopo i 35 anni, nella zona periuretrale della prostata, avodart para la prostata l'influenza del diidrotestosterone, si sviluppano piccoli noduli sferici di tessuto stromale che aumentano progressivamente sino a comprimere l'uretra.

L'ostruzione progressiva del deflusso di urina e lo svuotamento incompleto della vescica causano stasi e predispongono all'insorgenza di complicanze quali infezioni urinarie, ematuria, formazione di calcoli e diverticoli vescicali, ritenzione urinaria acuta. Anche l'aumentato tono dei muscoli prostatici contribuisce ad ostacolare lo svuotamento della vescica.

I farmaci utilizzati nel trattamento dell'ipertrofia prostatica appartengono a due classi: gli alfa 1 -bloccanti, i quali, sopprimendo l'attivazione degli alfa 1 -recettori presenti nel trigono e nell'uretra prostatica, riducono le resistenze e facilitano lo svuotamento vescicale, e gli inibitori della 5AR che riducono il volume della prostata.

A differenza degli alfa 1 -bloccanti che alleviano rapidamente i sintomi dell'ostruzione, gli inibitori della 5AR richiedono mesi perché la loro azione divenga percepibile. I dati di efficacia della dutasteride derivano da tre studi prostatite, in doppio cieco, virtualmente identici, della durata di 2 anni, condotti avodart para la prostata 4.

Una successiva estensione in aperto per ulteriori due anni ha valutato l'efficacia della dutasteride a lungo termine 4 : dei 1. Uno studio di confronto con la finasteride ha valutato l'efficacia nel ridurre la concentrazione del DHT in pazienti con ipertrofia prostatica trattati per 24 settimane con dutasteride 0,01; 0,05; 0,5; 2,5; 5,0 mg5 mg di finasteride, o placebo 5.

Da un confronto indiretto, tuttavia, emerge una sostanziale sovrapponibilità dei due farmaci: in uno studio della durata di 4 anni, condotto su 3. Uno studio 7 ha valutato l'associazione di dutasteride più tamsulosin un alfa 1 -bloccante per 24 settimane, seguita avodart para la prostata ulteriori 12 settimane con dutasteride più tamsulosin o dutasteride più placebo in pazienti con ipertrofia prostatica benigna sintomatica. I pazienti ad esclusione di quelli con sintomi più gravi hanno mantenuto il beneficio ottenuto anche nelle settimane in cui sono stati trattati con la sola dutasteride.

Effetti indesiderati Gli effetti indesiderati più frequenti emersi nel corso degli studi hanno interessato, avodart para la prostata nel caso della finasteride, l'apparato riproduttore.

Hanno avuto un'incidenza maggiore rispetto al placebo 89 : l'impotenza 7,3 vs. Ad eccezione della ginecomastia, avodart para la prostata effetti si sono attenuati con la prosecuzione del trattamento. Nei pazienti che stanno assumendo dutasteride da oltre sei mesi, il valore rilevato va raddoppiato perché divenga confrontabile con quello degli uomini non trattati.

Per mancanza di dati, la dutasteride è controindicata anche in pazienti con grave insufficienza epatica. Avvertenze e precauzioni Poiché il farmaco passa nel seme maschile, il paziente deve utilizzare un preservativo durante il rapporto sessuale se la partner è incinta o potrebbe esserlo.

Dutasteride

La dutasteride viene assorbita attraverso la pelle, pertanto avodart para la prostata, bambini ed adolescenti devono evitare il contatto con capsule non integre.

In caso di contatto con capsule non integre, l'area interessata deve essere immediatamente lavata con acqua e sapone. Gli uomini che assumono il farmaco non dovrebbero donare avodart para la prostata sangue per almeno sei mesi dopo averne sospeso l'assunzione per evitare la potenziale trasmissione alla donna gravida.

Gli inibitori dell'enzima CYP3A4 es. Potrebbe rendersi necessaria una riduzione nella frequenza di dosaggio in caso di comparsa di effetti indesiderati. Dosaggio e modalità avodart para la prostata somministrazione Il dosaggio giornaliero di dutasteride è di 0,5 mg al giorno per via orale, lo stesso utilizzato negli studi. Le capsule devono essere deglutite intere e possono essere assunte con o senza cibo.

Costo Un mese di trattamento con dutasteride costa 34,40 euro; un mese di trattamento con finasteride costa 38,22 euro. La dutasteride è un nuovo inibitore della 5-alfa reduttasi, l'enzima responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone. A differenza della finasteride, agisce su entrambe le isoforme dell'enzima, ma questo non sembra apportare vantaggi clinicamente rilevanti dal momento che la sua efficacia nel ridurre sintomi e segni dell'ipertrofia prostatica e la necessità dell'intervento chirurgico è sovrapponibile a quella della finasteride anche se mancano confronti direttila comparsa dell'effetto non è più rapida per entrambi i farmaci possono essere necessari fino a 6 mesi di terapia prima di poterne valutare i benefici e il profilo avodart para la prostata impotenza è simile.

Una nota di cautela riguarda le possibili interazioni con farmaci inibitori dell'enzima CYP3A4, che non sono invece state rilevate con la finasteride.

Quale screening dovrebbe essere fatto per il cancro alla prostata

Bibliografia 1. The Medical Letter ; 32 : Gisleskog PO et avodart para la prostata. The pharmacokinetic modelling of GI dutasteridea compound with parallel linear and nonlinear elimination. Br J Pharmacol ; 47 : Roehrborn CG et al. Efficacy and safety of dual inhibitor of 5-alpha-reductase types 1 and 2 dutasteride in men with Cura la prostatite prostatic hyperplasia.

Avodart para la prostata ; 60 : Efficacy and safety of dutasteride in the four-year treatment of men with benign prostatic hyperplasia.

Urology ; 63 Clark RV et al. Avodart para la prostata suppression avodart para la prostata dihydrotestosterone in men with benign prostatic hyperplasia by dutasteride, a dual 5alpha-reductase inhibitor. Clin Endocrinol Metab ; 89 : McConnell JD et al. The effect of finasteride on the risk of acute urinary retention and the need for surgical treatment among men with benign prostatic hyperplasia. N Engl J Med ; Barkin J et al. Alpha-blocker therapy can be withdrawn in the majority of men following initial combination therapy with the dual 5alpha-reductase inhibitor dutasteride.

Eur Urol ; 44 : Brown CT et al. Dutasteride: a new 5-alpha reductase inhibitor for men with lower urinary tract symptoms secondary to benign prostatic hyperplasia. Int J Clin Pract ; 57 : Andriole GL et al. Safety and tolerability of the dual 5alpha-reductase inhibitor dutasteride in the treatment of benign prostatic hyperplasia. Nello stesso numero della rivista Abu Ghraib Dutasteride Etoricoxib Parecoxib Pegfilgrastim Oppiacei SSRI e rischio di sanguinamento gastrointestinale La vaccinazione antipneumococcica nell'adulto e nell'anziano Difosfonati: acido zoledronico versus pamidronato.